PDA

Visualizza la versione completa : Help Cardinali...si scoloriscono e muoino


Antonio1
09-06-2013, 20: 35
http://i42.tinypic.com/2qx6wki.jpg

L'immagine parla da sola...non so cosa stia accadendo e da cosa sia dovuta questa malattia, il problema è che muoiono.
Non so se può essere rilevante, ma l'acquario è in funzione da circa 1 anno ed è allestito solo con alcuni neon, cardinali e 1 pesce ventosa.
Non ho mai avuto problemi rilevanti, solo alcune volte la malattia dei puntini bianchi che aumentando la temperatura per qualche gg poi passa, si ogni tanto qualcuno moriva, ma questa cosa che fotografato non so cosa sia e mi ha portato la moria di ben 10 cardinali....!!!
Lo sbiancamento inizia normalmente dalle pinne dorsali o anche da quelle caudali, la macchia poi si estende, le pinne si logorano, il pesce inizia a respirare in modo affannoso, ma cerca sempre di nuotare in gruppo, quando le pinne sono completamente logore si stacca dal gruppo e tende a stare isolato fino a quando non perde completamente il controllo del nuoto...conseguentemente la morte. (questo processo è molto veloce dura dalle 12 alle 24 ore)

Sono abbastanza inca per quello che sta accadendo e vorrei come prima cosa se sapete come si chiama questa malattia e soprattutto se si può curare o prevenire.
Temo che cmq sia tutto nato dal aver immesso in vasca venerdì dei nuovi cardinali i quali sembravano tutti in salute, ma forse non era così.

kokoshi
10-06-2013, 00: 28
Spero che non sia il caso, prova a cercare i sintomi della "malattia dei neon". Purtroppo, se è quella, non si conoscono cure. Un sintomo caratteristico pare sia un'agitazione notturna dei pesci colpiti, che girano per la vasca nel buio.
I valori come sono?
Colpisce anche i neon o solo i cardinali?

ram
10-06-2013, 09: 46
La pleistophora-"malattia dei neon"- può restare latente molto a lungo, è provocata da protozoi e molto infettiva tra i neon. Nel dubbio, sarebbe opportuno isolare i soggetti che presentano sintomi.
In effetti risulta una delle meno curabili, però si può provare con disinfettanti ed antibatterici, se non è troppo diffusa magari si riesce a salvare alcuni pesci.

Ho trovato una pagina di un Prof. di veterinaria dell'Università di Bari, che dice di disinfettare l'acquario con verde di malachite, 1 mg per litro. Forse si può provare....visto che non se ne viene a capo ed i pesci muoiono comunque
http://www.pubblicitaitalia.com/ilpesce/2002/6/4232.html (ci vuole un pò per aprire la pagina, è l'ultima malattia descritta)

Il medicinale che usai tanti anni fa funzionava bene, purtroppo ho gettato via la scatola e non mi ricordo il nome. Non posso escludere che fosse qualcosa tipo ESHA 2000, o meglio un prodotto ESHA deidicato ai neon (sulla confezione c'era il disegno di un neon, infatti), lo usavo in tutta la vasca appena uno dei pesci mostrava qualche sintomo...agitazione serale compresa. Fu l'unico acquisto di neon con questi problemi, poi fortunatamente nulla più.

Antonio1
10-06-2013, 09: 53
Per adesso ha colpito solo i cardinali, gli unici 3 neon che ho sn ancora vivi, ma questa malattia mi ha ucciso 10 cardinali da venerdi e questa mattina è morto l'ultimo. Non credo che si tratti della malattia dei neon ma temo sia qualche malattia della pelle che colpisce le squame e le pinne consumandole.
I valori sn ph 6.5, kh 2, gh 4, no2 0, no3 0.
Temperatura 26 portata a 28. Come prova di cura ho usato lo stesso metodo che si adotta x i puntini bianchi ma senza ottenere benefici.
Come vedete i valori sn diversi dalla normale amministrazione xkè cerco di creare un ambiente simile a quello reale. I valori sono stabili, l'acquario è avviato da parecchio.

ram
10-06-2013, 13: 03
Beh, pare che la malattia dei neon non sia così letale per i cardinali ed altri pesci.....probabilmente si tratta di altro:FConfu

Ci sono altri pesci in vasca? Come stanno?

Black molly
10-06-2013, 13: 27
Il KH è troppo basso: con quel valore rischi dei pericolosi sbalzi di pH.
Forse la causa è da ricercare anche lì

Antonio1
10-06-2013, 19: 20
So che il kh basso puo' provocare sbalzi, ma fortunatamente nel mio caso tutti i valori sn stabili, poi come dicevo ho anche neon e i ventosa e loro stanno bene.
La mia vasca ormai gira da quasi 1 anno e nn ho mai riscontrato un problema così grave come quello che mi sta affliggendo in questi gg!!
Mi serve capire di quale malattia si tratta x poter finalmente mettere la parola fine su questo triste capitolo, ma saper come affrontare il problema se dovesse ricapitare

kokoshi
11-06-2013, 01: 55
Probabilmente non è la Pleistophora. Io tenterei comunque un trattamento con un prodotto per l'ictyo a base di verde malachite o analoghi, ai protozoi non piacerà di sicuro!
Comunque apprendo con piacere che anche la Pleistophora non è così incurabile come si dice. Ciò mi conferma che vale sempre la pena di tentare!

Antonio1
11-06-2013, 20: 59
Io ho ancora 2 confezioni una di sera baktopur e una di sera omnipur...praticamente nuove e mai usate (ancora sigillate) potrei usare uno di questi medicinali anche se sinceramente nn ricordo bene la differenza...
qualcuno di voi se la ricorda?

kokoshi
12-06-2013, 02: 16
L'omnipur ha un effetto di ossigenazione dell'acqua, simile all'acqua ossigenata (ma meno rischioso!), mentre il Bactopur è un antibatterico a base di blu di metilene e acriflavina.
Sarebbe meglio il Costapur o l'FMC o ancora il Costamed F o altri antiparassitari del tipo usato per l'ictyo.
Se proprio non hai altro, usa il baktopur...

ram
12-06-2013, 11: 14
Mi viene un dubbio: dici che hai il "pesce ventosa" e probabilmente parli del gyrinocheilus, che a volte viene venduto al posto del più apprezzabile otocinclus. Purtroppo il gyrinochelius è un pesce che col tempo sviluppa la tendenza -durante la notte- ad attaccarsi agli altri pesci provocando abrasioni e ferite. Queste a volte sono molto superficiali ma di fatto possono degenerare.
Non escluderei neppure questo fattore, in questa strana cosa

Antonio1
12-06-2013, 13: 16
Hypostomus-Plecostomus è il mio pesce ventosa...ecco una fotohttp://www.pagurus.it/images/Schede-Acquario/Schede-Dolce/Pesci/Pesce-ventosa/Hypostomus-Plecostomus-.JPG

I pesci (i cardinali) non presentavano abrasioni o ferite, ma come si vede nella foto proprio una chiazza grigia/biancastra sulla pelle.

Adesso ho utilizzato il baktopur come mi suggeriva kokoshi, e stò cercando chi vende il Costamed F in modo che in caso mi servisse o se si dovesse ripresentare un problema del genere sono più tempestivo nel provare una cura.

Ora però ho paura di acquistare dei pesci...non vorrei che avessero la stessa sorte!! :(
E soprattutto vorrei essere sicuro di immettere dei pesci in un ambiente sano e confortevole.

Kri
13-06-2013, 00: 58
E' vero quello che ha scritto Ram, anche il mio Plecostomus (ovvero Pterygoplichthys sp) l'ha fatto con il carassio; ho letto da qualche parte che in genere hanno tale comportamento con pesci grandi e piatti o tondeggianti, ma poi non so... :FishShock Sarebbe cosa buona osservarli un po' di notte a luci spente.