Acquarionline
  #1  
Vecchio 17-09-2005, 18: 10
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito Prova e varie sull'alimentazione

Riprendo un post di una paio di anni fa e lo rielaboro, perchè penso che possa essere utile ai nuovi arrivati e spero di poterlo portare avanti con nuove idee ed esperienze.

Avrei deciso di seguire un’alimentazione differenziata per uno dei 3 scalari che albergano assieme ad alcuni caracidi, pesci da fondo e alghivori nella vasca in sala….

Questa è la loro alimentazione “base” cioè uguale per tutti e tre poi dicamo che varia a seconda delle stagioni (soprattutto il cibo vivo)

Granulato e scaglie (Hikari, Sera)
Liofilizzato (Tubifex) alternato a congelato (Chironomus artemia salina)
Cibo vivo (zanzare, artemie, dafnie, cyclops, moscerini…)
Pastone “soft” da me realizzato (cuore di tacchino, tuorlo d’uovo, spirulina, zucchine e aglio)
Questo pastone a dire il vero lo somministro forse 3 volte al mese.

Ecco ci tengo a precisare che non farò di certo mancare una dieta equilibrata e soprattutto varia a tutti e tre gli scalari, ma vorrei provare ad addizionare ad uno dei tre (quello con la colorazione melanica selvatica) anche i bruchetti e i lombrichi, sperimentando ciò vorrei capire quanto possano influire questo tipo di “cibo vivo” notoriamente ricco di contenuti proteici e lipidici.

Se avete qualche suggerimento…

Un metodo per somministrare il cibo

Per la somministrazione poi del cibo, io solitamente utilizzo una siringa (quelle che si acquistano in farmacia) immetto al suo interno il cibe dirigendo il getto a metà aquario faccio in modo che possano nutrirsi anche i cardinali e gli altri pesci, evitando che finisca tutto nelle bocche voraci dei miei 3 beniamini eehehhe, molto pratico anche con il congelato che faccio stemperare al suo interno, salvo poi eliminare l’acqua che come si sa inquinirebbe molto, mantenendo il foro di uscita della siringa verso l'alto facendo fuoriuscire l'acqua "sporca" lentamente tanto il congelato rimane sul fondo della stessa, l'operazione viene ripetuta diciamo 2 o 3 volte...

Vi racconto una situazione con relativi quesiti

Allora tempo fa chiesi informazioni ad un negoziante della zona sui cibi confezionati e commercializzati, inviandogli una mail, questa è la risposta.

...Ti garantisco che i mangimi non hanno problemi di scadenza, la scadenza come sai da un po
di anni è obbligatoria per legge (anni fa' non era obbligatoria) per qualsiasi prodotto alimentare, sia per animali che per alimentazione umana, ma non è categorica come nelle medicine, difatti c'è scritto consumare preferibilmente, è ovvio che dopo tanti anni, le sue caratteristiche organolettiche possono diminuire, specie nei barattoli tipo Sera in cartoncino, mentre quelli in plastica della Tetra non essendo alterabili dall'umidità in quanto la plastica non la riceve come il cartoncino pressato, durano si puo' dire in eterno. Mi capita spesso che persone che hanno acquari da 50 litri comperino per risparmiare le confezioni da litro e le usino in due anni, pensa che con un mio fornitore che ha il microscopio, abbiamo visionato dei mangimi confezionati da 10 anni e dei barattoli aperti in serra da 15 giorni, bene ti garantisco che quelli confezionati da 10 anni avevano un profumo e una fragranza come un barattolo di mangime appena aperto e (importante) erano esenti da batteri, mentre quelli aperti da 15 giorni ( anticipo che la serra di allevamento è molto piu' umida del mobiletto sotto l'acquario), erano invasi da batteri e muffe (dopo solo 15 giorni)...

Vorrei sapere che ne pensate, i miei dubbi vertono sul reale mantenimento di tali proprietà organolettiche dei cibi in scaglie o granulati che siano, io mi trovo ad avere ancora barattolini di cibo in scaglie aperti un anno fà, beh devo essere sincero la tale varietà di dieta alla quale ho abituato i miei beniamini non credo che porti alla mancanza di determinate vitamine o altro, il fatto però è un altro è vero che tali cibi mantengo queste proprietà anche dopo lunghi periodi dopo essere stati aperti?

Piccole considerazioni sull’alimentazione

Trovo sia scomodo il cibo secco in crisp, realizzato in modo tale da non affondare subito, cosa che succede con il granulato e a volte con le classiche scagliette.
Scomodo perchè trovo sia pi difficile da distribuire ed abbia una consistenza troppo dura per alcuni pesci (quelli di piccola taglia), che notoriamente appena ne vedono una si gettano come squali su di essa.
Trovo sia utile somministrare cibo vivo tipo zanzare, lombrichi, daphnie, artemie perchè questi organismi mantengono lo l'istinto di predazione.

Ho notato che qui nel forum si parla poco del cibo vivo in particolar modo quello che ci viene direttamente offerto da “Madre Natura”, che bello sarebbe raccontare le proprie esperienze, i metodi di cattura, gli errori che sarebbe meglio non commettere.

Dai questo vuole essere un invito alla raccolta di cibo vivo in natura, che porta poi ad un bel contatto con essa, tanto è vero che alle volte non ci rendiamo neanche conto di quanto essa possa offrirci… ci limitiamo spesso ad acquistare i cibi preconfezionati.
Si… alcune persone hanno pregiudizi sul cibo vivo, beh in effetti importanti sono i luoghi presi in considerazione… a volte si ha timore di cosa si possa introdurre in acquario… si pensa ad organismi veicolatori di patologie, ma è per questo che bisognerebbe informarsi e valutare bene la situazione del luogo di cattura, degli insetti presi e del loro giusto mantenimento fino a casa, evitando ovviamente zone inquinate o fertilizzate chimicamente, cercherò zone più appartate e sicure.

Per tutti coloro che ne sanno qualcosa precisamente questi tests a cosa si riferiscono?

TSV- IHHNV - YHV - WSSV - HPV - BP

Ho trovato qualcosa su internet...

ercando su internet ho trovato qualche frammentaria informazione, ad esempio se ne parla in merito alla lavorazione delle Artemie saline in riferimento alla marca "Super Hi Food", Angelone forse tu sai qualcosa?

In conseguenza delle moderne tecnologie impiegate durante tutto il processo di lavorazione il prodotto risulta microbiologicamente negativo ai test TSV- IHHNV - YHV - WSSV - HPV - BP ed esente da agenti patogeni.

Aggiornamento...

A circa un mese dall'inizio della prova alimentare, devo dire che sono rimasto piuttosto colpito dal fatto che lo scalare di colorazione melanica selvatica, oggetto del piccolo "test", è realmente cresciuto di più rispetto agli altri.

Ecco vi posto una paio di foto che illustrano il cibo vivo che sto somministrando ai pesciotti.

I bruchi del gelso


I lombrichini


Questi lombrichini li prelevo periodicamente dai muschi presenti nelle pareti di una fontana presente nel giardino davanti casa, sono minuti, ottimi come cibo vivo. Ecco le prove hanno evidenziato che l'utilizzo di queste due tipologie di "cibo vivo" hanno permesso allo Scalare femmina di crescere considerevolmente, eguagliando quasi il maschio che era leggermente più grande di lei al momento della prima somministrazione, ora gli Scalari son cresciuti parecchio e sono sempre stati in ottima salute.

Queste prove sono durate per circa un anno e mezzo, poi ho smesso di somministrare i bruchi e i lombrichi, continuando ad alimentarli con cibo liofilizzato e secco... questa estate poi ho somministrato loro saltuariamente qualche lombrichino.
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 18-09-2005, 11: 34
L'avatar di Priapos
Priapos Priapos non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 22-07-2005
Località: Vittoria (Rg)
Messaggi: 1269
Predefinito

complimenti!!!
solo tu DABO riesci a darci queste esperienze!
sul cibo vivo somministrato molto spesso ci sono dati cocordi e altri discordi:

PRO :
i motivi per cui bisogna somministrare il cibo vivo sono diversi.
1)la sommiistrazione di questo cibo rianima il comportamento predatorio dei nostri pesci.
2) se il cibo vivo viene dosato e cambiato nel modo giusto (bravo dabo per la tua variabilità!) sicuramente i pesci avranno un apporto di sostanze utili sicuramente maggiore e bilanciato rispetto alla sola somministrazione diun unico cibo confezionato(scaglie, granuli ...) avendo perciò dei risultati ottimi!

CONTRO :
i motivi per cui invece non conviene somministrare del cibo vivo sono anch'essi diversi.
1) ci sono alcuni cibi vivi che se vengono somministrati ogni giorno causano malattie intestinali ai nostri pesci!(perciò bisogna cambiare sempre ogni giorno l'alimentazione aggiungendo anche del succo d'aglio per preservare gli intestini dei nostri beniamini)
2) uno dei principali motivi comunque per cui non bisogna somministrare il cibo vivo è il fattore della reperibilità in zone non inquinate! infatti non tutti viviamo come dabo o altri in campagna o in zone non inquinate! infatti molte volte si somministrano ai nostri pesci dei cibi che noi raccogliamo in zone che secondo noi non sono inquinate anche se poi non sono così e per questo inquiniamo anche l'acqua del nostro acquario!



Comunque alla fine questi lati negativi possono essere sorvolati se agiamo in determinati modi!
infatti per la salute intestinale dei nostri pesci possiamo somministrare settimanalmente dei succhi d'aglio e invece per la reperibilità possiamo utilizzare degli allevamenti fai da te! infatti io mi sto attrezzando e sto creando degli allevamenti diversi per cercare di rendere variabile il cibo dei nostri beniamini. Per cui mi sono attrezzato per un allevamento di lombrichi di daphnie e di zanzare che credo non si possa chiamare allevamento! comunque sto cercando di attrezzarmi per allevare anche i tubifex e/o le artemie saline!
Queste sono le mie considerazioni e esperienze sul cibo vivo!
spero di essere stato utile per i nuovi arrivati e spero che non prendino l'argomento dell'alimentazione nel modo sbagliato cioè senza darci molta importanza!
__________________
Non voltarti indietro x guardare il tuo passato, oramai non c'è +, e non pensare al futuro perché deve ancora arrivare. Vivi il presente e fai che sia tanto bello da volerlo ricordare.
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 18-09-2005, 12: 05
L'avatar di REDhotCHILipepperSFra
REDhotCHILipepperSFra REDhotCHILipepperSFra non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Palermo
Messaggi: 2913
Predefinito

Citazione:
Originariamente scritto da Dabolox
Avrei deciso di seguire un’alimentazione differenziata per uno dei 3 scalari che albergano assieme ad alcuni caracidi, pesci da fondo e alghivori nella vasca in sala….

Questa è la loro alimentazione “base” cioè uguale per tutti e tre poi dicamo che varia a seconda delle stagioni (soprattutto il cibo vivo)

Granulato e scaglie (Hikari, Sera)
Liofilizzato (Tubifex) alternato a congelato (Chironomus artemia salina)
Cibo vivo (zanzare, artemie, dafnie, cyclops, moscerini…)
Pastone “soft” da me realizzato (cuore di tacchino, tuorlo d’uovo, spirulina, zucchine e aglio)
Questo pastone a dire il vero lo somministro forse 3 volte al mese.
prima di tutto vorrei farti i complimenti per la dieta dei tuoi pesci ... dieta molto varia e molto ricca di vitamine ...

Citazione:
Originariamente scritto da Dabolox
Per la somministrazione poi del cibo, io solitamente utilizzo una siringa (quelle che si acquistano in farmacia) immetto al suo interno il cibe dirigendo il getto a metà aquario faccio in modo che possano nutrirsi anche i cardinali e gli altri pesci, evitando che finisca tutto nelle bocche voraci dei miei 3 beniamini eehehhe, molto pratico anche con il congelato che faccio stemperare al suo interno, salvo poi eliminare l’acqua che come si sa inquinirebbe molto, mantenendo il foro di uscita della siringa verso l'alto facendo fuoriuscire l'acqua "sporca" lentamente tanto il congelato rimane sul fondo della stessa, l'operazione viene ripetuta diciamo 2 o 3 volte...
anche io somministro il cibo con una siringa soprattutto ai pesci piu' piccoli perche' i miei 4 scalari sono davvero voraci ... inoltre uso questa tecnica per somministrare il cibo agli avannotti di scalare e dare sia i naupli di artemia e sia le artemie congelate ... consiglio questo metodo a tutti coloro che non riescono a somministrare il cibo ai pesci piu' piccoli ...

Citazione:
Originariamente scritto da Dabolox
Allora tempo fa chiesi informazioni ad un negoziante della zona sui cibi confezionati e commercializzati, inviandogli una mail, questa è la risposta.

...Ti garantisco che i mangimi non hanno problemi di scadenza, la scadenza come sai da un po
di anni è obbligatoria per legge (anni fa' non era obbligatoria) per qualsiasi prodotto alimentare, sia per animali che per alimentazione umana, ma non è categorica come nelle medicine, difatti c'è scritto consumare preferibilmente, è ovvio che dopo tanti anni, le sue caratteristiche organolettiche possono diminuire, specie nei barattoli tipo Sera in cartoncino, mentre quelli in plastica della Tetra non essendo alterabili dall'umidità in quanto la plastica non la riceve come il cartoncino pressato, durano si puo' dire in eterno. Mi capita spesso che persone che hanno acquari da 50 litri comperino per risparmiare le confezioni da litro e le usino in due anni, pensa che con un mio fornitore che ha il microscopio, abbiamo visionato dei mangimi confezionati da 10 anni e dei barattoli aperti in serra da 15 giorni, bene ti garantisco che quelli confezionati da 10 anni avevano un profumo e una fragranza come un barattolo di mangime appena aperto e (importante) erano esenti da batteri, mentre quelli aperti da 15 giorni ( anticipo che la serra di allevamento è molto piu' umida del mobiletto sotto l'acquario), erano invasi da batteri e muffe (dopo solo 15 giorni)...

Vorrei sapere che ne pensate, i miei dubbi vertono sul reale mantenimento di tali proprietà organolettiche dei cibi in scaglie o granulati che siano, io mi trovo ad avere ancora barattolini di cibo in scaglie aperti un anno fà, beh devo essere sincero la tale varietà di dieta alla quale ho abituato i miei beniamini non credo che porti alla mancanza di determinate vitamine o altro, il fatto però è un altro è vero che tali cibi mantengo queste proprietà anche dopo lunghi periodi dopo essere stati aperti?
in effetti se un mangime e' scaduto non e' detto che non si possa somministrare ai pesci oppure che non sia piu' buono ... il mantenimento delle qualita' organolettiche dipende soprattutto dalle condizioni in cui e' stato nel frattempo consevato il cibo ( caldo , freddo eccessivi e sbalzi di temperatura , ad esempio , si rivelano deleteri e ne accorciano sensibilmente la conservazione ) ; secondo pero' una perdita di almeno una parte delle vitamine e' inevitabile ... a me e' successo di tenere oltre la data di scadenza il cibo per i discus in granuli ma faceva un odore come se lo avessi comprato da un paio di giorni ...

Citazione:
Originariamente scritto da Dabolox
Trovo sia scomodo il cibo secco in crisp, realizzato in modo tale da non affondare subito, cosa che succede con il granulato e a volte con le classiche scagliette.
Scomodo perchè trovo sia pi difficile da distribuire ed abbia una consistenza troppo dura per alcuni pesci (quelli di piccola taglia), che notoriamente appena ne vedono una si gettano come squali su di essa.
Trovo sia utile somministrare cibo vivo tipo zanzare, lombrichi, daphnie, artemie perchè questi organismi mantengono lo l'istinto di predazione.
il cibo secco in crisp , si , e' un po' scomodo soprattutto per i piccoli pesci ... infatti alcuni piccoli pezzi che affondano sono molto difficili da rompere e quindi i piccoli pesci non riescono a mangiare se non piccolissimi pezzetti ... integrare alla dieta dei pesci larve di zanzara , lombrichi , artemie e altri sia molto utile e credo abbia un valore energetico e un valore nutritivo molto alto , io integro molto le artemie saline e le daphnie ed adesso vorrei integrare anche le larve di zanzara ( che si possono trovare facilmente in acque ristagnanti ) ...

Citazione:
Originariamente scritto da Dabolox
Questi lombrichini li prelevo periodicamente dai muschi presenti nelle pareti di una fontana presente nel giardino davanti casa, sono minuti, ottimi come cibo vivo. Ecco le prove hanno evidenziato che l'utilizzo di queste due tipologie di "cibo vivo" hanno permesso allo Scalare femmina di crescere considerevolmente, eguagliando quasi il maschio che era leggermente più grande di lei al momento della prima somministrazione, ora gli Scalari son cresciuti parecchio e sono sempre stati in ottima salute.

Queste prove sono durate per circa un anno e mezzo, poi ho smesso di somministrare i bruchi e i lombrichi, continuando ad alimentarli con cibo liofilizzato e secco... questa estate poi ho somministrato loro saltuariamente qualche lombrichino
ho sempre creduto che questi lombrichi e questi piccoli bruchi abbiano un grande valore nutritivo rispetto ai preconfezionati ... il tuo esperimento credo sia una delle prove piu' esaltanti .
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 18-09-2005, 17: 02
L'avatar di Thyron_Cain
Thyron_Cain Thyron_Cain non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Bari
Messaggi: 1800
Predefinito

salve a tutti! come accennato a stefano, che ringrazio ancora x l'invito, prendo parte alla discussione come "osservatore/alunno" in quanto la pratica vera e propria ancora manca (nel senso che l'acquario mi dovrebbe arrivare in settimana...spero)

anche da neofita però devo dire che sono stupefatto per i risultati raggiunti da dabo con il suo scalare... forse sarebbe utile vedere una foto "prima del trattamento" una "dopo del trattamento" per apprezzare visivamente i risultati ottenuti.

in ogni caso mi chiedevo... la somministrazione di cibo vivo va bene per quali tipi di pesci? io mi accingo ad ospitare dei carassi, che sono prevalentemente vegetariani. tuttavia in natura anche loro penso si nutrano di larve di zanzare/mosche e quant'altro capiti loro a tiro nei laghi/laghetti in cui vivono. quindi la domanda è:

volendo partecipare anche io alla "sperimentazione", come e cosa potrei somministrare ai miei futuri inquilini? qualcuno ha già fatto esperimenti del genere (con i carassi intendo)?
__________________
Beppe

Qui il diario di allestimento del mio primo acquario...
Qui il diario di un'adozione... rossa e pinnuta
Qui le foto del mio primo acquario
Qui troverai una utile lista di piante da affiancare ai tuoi pesci rossi
Qui un cubo in crescita... nuova vasca, nuovi sogni
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 18-09-2005, 19: 08
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

Grazie per i complimenti ma l'importante è arrivare a sperimentare in tutta sicurezza un metodo di alimentazione adatto e vario per i nostri beniamini...

Il discorso che ha fatto Priapos sull'inquinamento delle zone dove viene reperito questo "cibo vivo" è sicuramente un punto importante, ma ricordiamoci che lo stesso può essere ottenuto anche tramite le colture in "casa"... dalle artemie ai lombrichi, dalle dafnie alle larve di zanzara.
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 18-09-2005, 19: 16
Guppolo84 Guppolo84 non è in linea
Member
 
Data registrazione: 14-09-2005
Località: Roma
Messaggi: 36
Predefinito

Allora iniziamo a buttare le mani avanti Per quanto riguarda il cibo vivo non ho una grande esperienza sinceramente parlando , ma penso che sia di grande importanza Il documento e' molto interessante ed e' molto utile sopratutto per chi, come noi , ha questa grande passione... Ogni tipo di informazione anche la piu' "Generica" puo' essere di aiuto e stimolo .

Spero di apprendere il piu possibile sul cibo vivo...


Ora, per quanto riguarda il cibo in scaglie almeno so qualcosa in piu' , bhe questo e' un discorso particolare a cui io personalmente tengo molto, in quanto, si sulle etichette troviamo scritto vitamina A B C D E F ecc..., ma sono un po' restio.. Quello che voglio far capire e' che una scatoletta piena di mangime a scagliette non sempre e' cio' che ci vuole per i nostri pesci, di marche ne ho conosciute ed usate molte ma ad ogni marca sinceramente ho trovato sempre alcuni pro ealcuni contro, esempio, quello della *** pieno di vitamine ecc..., scende sul fondo con una certa lentezza e questo e' un pro, ma il contro e' che il composto e' motlo spesso un miscuglio di un paio di ingredienti con aggiunta di coloranti per la differenziare quest'ultimi, invece magari quello della marca AAA scende a picco sul fondo e quindi inquina un casino , visto che tante volte alcuni pesci sono svogliati easpettano che gli arriva in faccia , ma il pro sta che magari i composti ci sono tutti.

Per quanto mi riguarda fino adora mi trovo molto bene con quello della TETRA.

i Mantenimenti sono quelli che sono , certo personalmente se avessi a disposizione un certo tipo di alimentazione che comprenda ogni fabbisogno del pesciotto , peronalmente , andrei in cucina aprirei il secchio dell'immondizia e butterei la scatoletta con le scaglie.. Almeno so cosa sto dando ai miei pesci

P.S. con questo non voglio dire che non funzionano i mangimi confezionati, ma che comunque se veramente vogliamo riprodurre il "NATURALE" dovremmo cercare di fornire il piu possibile "MANGIME ALLO STATO NATURALE"... Poi ognitipo di mangime anche in scaglie , che deve essere SICURO e di qualità, insomma senza fregature per capirci, e' sempre ben accetto




Poi per rispondere a Thyron , vuoi inserire dei carassi.. se stiamo parlando di Carassi come Carassio Ciprinide di lago come una carpa, ovvio che il tuo acquario dovra' essere allestito come l'acquario d'acqua fredda mediterraneo, se invece mi parli a livello tropicale e' un altro discorso...

Sicuramente posso dirti che le acque in cui vive il carassio italiano per capirci, ha delle acque ferme, la femmina e' molto piu' ciccotta del maschio ma questo lo devi solo vedere a digiuno ... la temperatura va bene anche dai 20° ai 17°, ovvio poi dipende da che cos'altro cimetti... la riproduzione avviene generalmente verso maggio/giugno con deposizione di uova... e' della famiglia dei ciprinidi ed e' come la carpa grosso modo quindi alimentazione anche alghe oppure lombrichi, mais, camole del miele, che comunque sono tutti generi alimnetari facilmente reperibili in negozi da pesca...

questo sperando che tu parli del carassio comune ... poi non so ...
Rispondi citando
  #7  
Vecchio 18-09-2005, 22: 32
L'avatar di Thyron_Cain
Thyron_Cain Thyron_Cain non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Bari
Messaggi: 1800
Predefinito

si, mi riferivo all'auratus variante orifiamma (qualcuna delle tante). lombrichi ok quindi... e le larve? zanzare, mosche etc. io sinceramente non ne ho mai viste :D non saprei distinguerle
__________________
Beppe

Qui il diario di allestimento del mio primo acquario...
Qui il diario di un'adozione... rossa e pinnuta
Qui le foto del mio primo acquario
Qui troverai una utile lista di piante da affiancare ai tuoi pesci rossi
Qui un cubo in crescita... nuova vasca, nuovi sogni
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 19-09-2005, 09: 02
L'avatar di ale79
ale79 ale79 non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Provincia di Milano
Messaggi: 4451
Predefinito

Interessante questo post ... del cibo vivo penso che possa andare bene ma dosato perché i nostri pesci non sono abituati a questo cibo, sono pesci nati in cattività.
Io il cibo vivo non l'ho mai dato però dò, sempre moderatamente, il surgelato.
Comunque complimenti a Stefano per questo bellissimo post ... bravo!!!!


Ale
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 19-09-2005, 16: 58
L'avatar di Thyron_Cain
Thyron_Cain Thyron_Cain non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Bari
Messaggi: 1800
Predefinito

stavo pensando che una serie di foto (a cominciare da quelle già inserite) con i vari tipi di cibo vivo da "testare" potrebbero aiutare anche gli inesperti come me nella sperimentazione
__________________
Beppe

Qui il diario di allestimento del mio primo acquario...
Qui il diario di un'adozione... rossa e pinnuta
Qui le foto del mio primo acquario
Qui troverai una utile lista di piante da affiancare ai tuoi pesci rossi
Qui un cubo in crescita... nuova vasca, nuovi sogni
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 19-09-2005, 18: 46
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

Cioa Beppe.... accolgo il tuo suggerimento e comincio a postare qualche foto presa da internet con le principali forme di cibo vio utilizzato, poi potremmo raccogliere articoli, foto, esperienze e prove varie.

TUBIFEX



CHIRONOMUS



CULEX CULEX



ARTEMIA SALINA



DAFNIA



LOMBRICHI E BRUCHI li ho già inseriti sopra... ma ce ne sono molti altri...
Diciamo che questi sono i più utilizzati e conosciuti.
Rispondi citando
  #11  
Vecchio 19-09-2005, 19: 01
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

Per quanto riguarda cibo vivo e rossi ci vorrebbe il parere di qualcuno che abbia maggiore esperienza di me con questi pesci.

Sere?
Rispondi citando
  #12  
Vecchio 20-09-2005, 22: 03
L'avatar di Thyron_Cain
Thyron_Cain Thyron_Cain non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Bari
Messaggi: 1800
Predefinito

grazie stefano adessoc he ho un po' + tempo vedo magari di fare qualche ricerca su internet, se da frutto posto i risultati
__________________
Beppe

Qui il diario di allestimento del mio primo acquario...
Qui il diario di un'adozione... rossa e pinnuta
Qui le foto del mio primo acquario
Qui troverai una utile lista di piante da affiancare ai tuoi pesci rossi
Qui un cubo in crescita... nuova vasca, nuovi sogni
Rispondi citando
  #13  
Vecchio 21-09-2005, 18: 19
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

La Serena nazionale è attesa in sala alimentazione...
Rispondi citando
  #14  
Vecchio 25-09-2005, 23: 32
L'avatar di shadowKK
shadowKK shadowKK non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 02-04-2005
Messaggi: 2002
Predefinito

Citazione:
Originariamente scritto da Dabolox
La Serena nazionale è attesa in sala alimentazione...

...

Hemm... allora... la teoria della saturazione dei... mmm... no. Ricominciamo.

Anche per i rossi vale una precisazione: prima di pensare alle integrazioni teniamo presente che un buon cibo confezionato che funga da "alimento base", ovviamente specifico e bilanciato, alternato a vegetali (quindi ottima la verdura fresca sbollentata ed i crisp/tabs ad alto contenuto di vegetali) è già un'ottima base da cui partire per allevare il nostro pesciolino rosso.
Sul cibo vivo devo fare una distinzione: i rossi che vivono nei laghetti seguono una dieta mediamente più ricca di proteine rispetto ai cugini che vivono in acquario, ma si muovono e consumano molte più calorie dei nostri viziati pesciotti da vasca. Affrontare l'inverno all'esterno comporta un dispendio energetico notevole, inoltre gli spazi di nuoto disponibili in laghetto sono nettamente maggiori rispetto a quelli di una vasca. Nelle giuste quantità è comunque possibile somministrare ai rossi cibo vivo, fresco e simili... esempio? Dafnie (ottime perchè ricche di fibre), chironomus e larve di zanzara. Ovvimente si tratta di bocconi prelibati, da alternare con cibo meno proteico e più bilanciato.
__________________
Serena

Oltre l'acquariofilia... cosa c'è?
Rispondi citando
  #15  
Vecchio 26-09-2005, 20: 02
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

Credo che Sere abbia colpito nel segno con questo intervento... indicandoci un altro spunto di discussione correlato all'argomento alimentazione, ossia la differenza di crescita, comportamento ed alimentazione fra i pesci in acquario e quelli in "natura" o cmq ai pesci soggetti a cambiamenti considerevoli nel clima e nelle condizioni atmosferiche... pesci in laghetto o vasche esterne.
Poi vi siete mai chiesti quanta differenza di crescita (nelle dimensioni ma anche nella velocità della stessa) ci sia tra i soggetti presenti in natura rispetto a quelli tenuti in acquario? (Predatori e malattie permettendo).
Rispondi citando
  #16  
Vecchio 28-09-2005, 14: 42
L'avatar di shadowKK
shadowKK shadowKK non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 02-04-2005
Messaggi: 2002
Predefinito

In effetti, Stè, la differenza è tanta, e io penso ai rossi, ma non solo...
Un pesce che vive in un ambiente naturale ha più spazio a disposizione per crescere, riprodursi, alimentarsi, ha a disposizione più varietà di cibo, probabilmente più predatori, magari soffre periodi di carestia (intesa come carenza di cibo), risente del clima (freddo/caldo) etc. In vasca i problemi sono ben diversi: spazi ristretti/vasche sovrappopolate, iperalimentazione o alimentazione poco varia, valori dell'acqua errati, noia...

I rossi ad esempio, in piccole vasche si annoiano, diventano apatici... i miei stanno in 200 litri (e non sono stretti, ma non è nemmeno il massimo) e comunque in questi ultimi tempi li vedevo meno vispi. Ho deciso di riallestire e di togliere tutto quanto non fosse necessario... sono rinati. Sono animali curiosi, si divertono quando cambi la disposizione di piante e oggetti in vasca, sembra che giochino, che passino tempo a "riflettere" su quanto è stato modificato... vedere che anche adesso stavano deponendo mi fa pensare che non se la passino proprio male ( ), ma spazio, cibo e qualità dell'acqua sono tre fattori che a mio parere vanno valutati attentamente e sono tutti egualmente importanti.
__________________
Serena

Oltre l'acquariofilia... cosa c'è?
Rispondi citando
  #17  
Vecchio 07-10-2005, 17: 00
L'avatar di Thyron_Cain
Thyron_Cain Thyron_Cain non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 16-05-2005
Località: Bari
Messaggi: 1800
Predefinito

in ritardo ma sono arrivato anche io a leggere gli interventi di serena... sempre illuminanti, come al solito

dato che sarò ancora per un po'(allestimento e maturazione vasca...) ricco di curiosità e povero di esperienze... cerco di "rianimare" la discussione chiedendo semplicemente... come va??
__________________
Beppe

Qui il diario di allestimento del mio primo acquario...
Qui il diario di un'adozione... rossa e pinnuta
Qui le foto del mio primo acquario
Qui troverai una utile lista di piante da affiancare ai tuoi pesci rossi
Qui un cubo in crescita... nuova vasca, nuovi sogni
Rispondi citando
  #18  
Vecchio 09-10-2005, 10: 18
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

Va bene Beppe.... e tu come stai?

Da poco ho acquistato 2 prodotti di questa casa produttrice che prima d'ora non avevo mai sentito: la Dajana Pet.
Qui il sito: http://www.dajanapet.cz/cz/aktuality.html

Qualcuno di voi l'ha mai utilizzato?

In queste 2 settimane di prova sto utilizzando il "natural" e quello in "scaglie color". Il primo è un liofilizzato e trovo sia un buon prodotto anche se il krill è di dimensioni considerevoli e quindi devo spezzettarlo in piccole parti per far in modo che i pesci possano nutrirsene.
Quello in scaglie trovo sia allineato ai vari prodotti Askoll e Sera per far un esempio. Il contenitore è in plastica con un'ottima chiusura a vite.
Il prezzo è molto buono, un 25% in meno rispetto ai prodotti simili sul mercato.
Ad ogni modo uso questi cibi come base, intervallando con altri granulari e cibo surgelato, oltre che con del vivo in particolare in questo periodo
Rispondi citando
  #19  
Vecchio 19-10-2005, 20: 26
maddavis maddavis non è in linea
Senior Member
 
Data registrazione: 25-05-2005
Località: Orzivecchi (BS)
Messaggi: 134
Predefinito

Ciao Dabolox...
finalmente trovo un po' di tempo x risponderti e ringraziarti di aver interpellato anche una "matricola" come me che ha ancora un sacco da imparare.

Come inizio ho cercato (e cerco ancora) sulle rive del fiume Oglio dei piccoli lombrichi (intorno ai 2 cm) di cui i miei pesci vanno matti, e poi nonostante il poco tempo a disposizione, lo scorso anno mi sono cimentato con la prova di allevamento delle drosofile.
I risultati non sono stati dei migliori tuttavia mi hanno permesso di dare qualche gradito bocconcino vivo ai miei beniamini.
Se può interessare posso postare la mia esperienza in breve nei prossimi giorni (anche se risale a circa un anno addietro).

Ciao Davis.

P.S.:scusate se da tempo non seguo molto, ma sono impegnato con gli allenamenti, visto che sono riuscito a entrare nella squadra della lombardia x i campionati italiani di Bowling categoria esordienti!!!
Rispondi citando
  #20  
Vecchio 30-12-2005, 22: 46
L'avatar di Dabolox
Dabolox Dabolox non è in linea
Administrator
 
Data registrazione: 01-04-2005
Località: Aquileia (UD)
Messaggi: 4171
Predefinito

Davis come va con il bowling?
Certamente se vuoi puoi raccontare tutto.... come spero possano fare anche gli altri amici del forum.

Da qualche parte ho letto che per nutrire ciclidi di grosse dimensioni quali Atronotus o Uaru, qualcuno ha utilizzato crocchette per cani o gatti, ovviamente quelle di piccole dimensioni.
La cosa mi rende dubbioso più che altro per le caratteristiche organolettiche di suddetti cibi. Voi che ne pensate?
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivo/e
Faccine sono Attivo/e
Il codice [IMG] è Attivo/e
Il codice HTML è disattivato

Salto Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 10: 27.


Powered by vBulletin® Version 3.8.3
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.