L'impossibile succede all'alba

Discussione in 'Riflessioni sull'acquario - AcquariOnLine nel soci' iniziata da jaia, 27 Giugno 2017.

  1. jaia

    jaia Member

    Una volta mi è capitato di sognarlo. Ma era un sogno, appunto.

    E’ la contingenza, la catena degli eventi e i tempi in cui si sono succeduti che ha dell’incredibile.

    Mio marito si alza prestissimo e va a sedersi sulla poltrona di fronte all’acquario. Non per guardare l’acquario, che non ha mai destato il suo interesse; solo che è presto e non vuole rischiare di svegliarci.

    Se ne sta lì, assorto nei suoi pensieri. Trascorre del tempo, un minuto, forse. Con la coda dell’occhio capta un colore, una forma, sul pavimento, accanto alla libreria. Una foglia? Ma ad un certo punto si muove! Accidenti, è un pesce!

    E’ a un metro e mezzo dall ’acquario e ad un certo punto saltella. Sulla libreria c’è una busta a foratura universale di plastica trasparente che contiene alcuni fogli. E’ lo “strumento” giusto (nel posto giusto) per prelevare il pesciotto da terra e rimetterlo velocemente nell’ acquario!

    Ascolto il racconto mezzo insonnolita, senza capire bene di cosa mi stia parlando, (perché lui racconta in ordine rigorosamente cronologico), finché non mi nomina il piccolo acrobata. Il cuore mi arriva in gola e guardo rapida nella penombra dell’acquario ancora assonnato. Il piccolo platy è con i suoi compagni. E’ decisamente agitato, muove velocemente le pinne, sembra stia tremando, ma la sua livrea, grigio argenteo e pinne nere, è immutata. E’ spaventato, si vede, e tiene la pinna caudale appena un po’ chiusa, leggermente separata nel centro, come a formare una V. Mhh, speriamo non sia niente… Lo sorveglio attenta per un po’: sta bene, dai.

    Piano piano si riprenderà.

    Sono passati tre giorni. Il piccolino sta benone. Già il giorno successivo la sua coda era tornata quella di sempre, bella aperta come quella di un pavone!

    Una volta mi è capitato di sognarlo: che un pesciotto saltasse fuori dall’ acquario.
    Ma non credevo potesse accadere davvero, non con le precauzioni che ho preso!


    MANUALE DEL PERFETTO ACQUARIOFILO:

    1. In estate aprire il coperchio dell’acquario e mettere in funzione le ventoline, per mantenere l’acqua ad una temperatura accettabile per i vostri ospiti.

    2. Coprire con una retina, per evitare spiacevoli sorprese.

    3. Fissare la retina con TANTISSIMO NASTRO ADESIVO e quando pensate di avere sigillato a sufficienza, METTETENE ANCORA E POI ANCORA UN ALTRO PO’… :rolleyes::confused::D
     
  2. Black molly

    Black molly Moderator

    Parole sante....
    In passato mi è capitato di trovare uno scalarino sul pavimento e non poter fare altro che constatarne la morte:(
     
  3. MaxFun

    MaxFun Active Member

    Anche a me è successo l'anno scorso con un Platy, mio figlio l'ha preso e rimesso nel suo acquario senza conseguenze ;)
     
  4. Salvo_72

    Salvo_72 Active Member

    Quando si dice avere c. nella vita, vale anche per i pesci :D
     
  5. Mithril

    Mithril Active Member

    Provabilmente il pesce si è spaventato quando tuo marito ha acceso la luce ad un'ora in cui stavano ancora dormendo.
    Mi capita con i pangio, se accendo la luce della stanza quando è ancora tutto semioscuro, impazziscono. Cominciano a sbattere dappertutto per cercare rifugio. Hai altri pesci in vasca che potrebbero infastidire i platy?
     
  6. jaia

    jaia Member

    No, solo 4 platy, generalmente tranquilli e pacifici. Però, quella mattina ho notato un'agitazione inusuale in vasca, che mi ha ricordato un quartetto di attaccabrighe che ho avuto in passato... Tant'è che ho pensato che il il salto fosse stato un tentativo di fuga...:D
    Poi, però, tutto è tornato alla normalità.
    (No, mio marito non ha acceso la luce, erano le sei, c'era già luce)
     
  7. jaia

    jaia Member

    :(
    Come nel mio caso, la persona giusta al momento giusto...:)
    :D
     

Condividi questa Pagina