Realizzazione di un laghetto: telo, cemento e vasca preformata.

Discussione in 'Acquaripedia' iniziata da Cyn, 6 Dicembre 2012.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Cyn

    Cyn New Member

    Il telo

    Completato e ripulito lo scavo, stendete su tutta la superficie del tessuto non tessuto che aiuter? a proteggere il telo. Il telo da laghetti che in genere si usa ? quello in PVC o l?EPDM.
    Se se ne ha la possibilit?, sarebbe meglio stendere il telo in una giornata di sole: dopo averlo lasciato scaldare, al sole appunto, diventer? pi? tenero e malleabile e sar? pi? facile adattarlo alle curve e ai gradoni del laghetto. Armati dipazienza, sistemate bene tutte le pieghe che si formeranno. E? arrivato finalmente il momento di aprire il rubinetto dell?acqua e cominciare a riempire. Mentre il livello sale, continuate a controllare che le pieghe rimangano in posizione. Una volta sommerse dall?acqua si schiacceranno col peso, e non si muoveranno pi?. Non tirate il telo: lasciate che l?acqua lo faccia adattare bene allo scavo e continuate a riempire fino ad arrivare al pelo dello straripamento.
    Il telo, meno si vede e meglio ?. Pensate quindi a come nascondere il bordo. L?ideale ? pensarci prima ancora di cominciare i lavori , in modo da avere gi? a casa il materiale che avete scelto.
    Sassi di fiume, sassi raccolti in natura, lastre di porfido, mattoni... affidatevi al vostro gusto personale!
    Una volta terminato questo lavoro, non vi resta che introdurre le piante e gli animali non impiegheranno molto ad arrivare!

    Vedi l'allegato 22846

    Tolte le pieghe possibili sul fondo, cominciate a riempire.

    Vedi l'allegato 22847

    Mentre l'acqua sale, continuate a sistemare bene le pieghe.

    Vedi l'allegato 22848

    Con l'acqua al pelo, diventa facile controllare se il laghetto ? in bolla.

    Vedi l'allegato 22849

    Si procede rivestendo il bordo col materiale scelto.

    Vedi l'allegato 22852

    Tutti i mattoncini sono stati posizionati.

    Vedi l'allegato 22855

    Il telo ? stato completamente nascosto.

    Vedi l'allegato 22853

    Vedi l'allegato 22854

    La vasca preformata

    Costruire un piccolo laghetto con la vasca preformata ? semplicissimo.
    Devo dire comunque che ? molto limitativa e spesso mal si adatta alla zona in cui vorremmo posizionarla. Consiglio quindi anche chi ha poco posto e vorrebbe ugualmente un piccolo specchio d?acqua, di utilizzare il telo. Lo scavo si deve fare comunque limitandosi a poco pi? della forma che la vasca ha.
    Una volta sistemata la vasca alla giusta profondit?, mettetela in bolla perfettamente, perch? non c?? niente di pi? antiestetico che osservare il filo dell?acqua che da una parte ? al pelo, mentre dall?altra si vedono centimetri di bordo.
    Ora cominciate ad introdurre sabbia dentro allo scavo, per bloccare in posizione la vasca. Si potrebbe rimettere la terra che avete tolto ma a mio avviso, la sabbia essendo finissima, si va ad infilare in tutti gli interstizi. Bagnatela mentre salite, richiudendo il buco, in modo che blocchi il laghetto alla perfezione. Cominciate anche a mettere un po' d?acqua nella vasca cos? il peso la manterr? ferma. Completate la chiusura del buco, bagnando sempre la sabbia che si comprimer? alla perfezione.
    Non vi resta che nascondere il bordo a vostro piacimento e introdurre le piante.

    Il cemento

    Adottando questo sistema si dovr? avere l?accortezza di fare sponde che degradano dolcemente e non perpendicolari. Questo perch? quando in Inverno l?acqua geler?, aumenter? di volume spingendo contro le pareti e se sono inclinate, il gelo andr? verso l?alto non trovando nessuna costrizione.
    Si riveste tutto lo scavo con della rete elettrosaldata pi? o meno grossa, da scegliere in base alle dimensioni del laghetto, sagomandola e adattandola nel migliore dei modi allo scavo. Poniamo ora, in alcuni punti sotto alla rete, dei sassi o dei pezzi di pietra? qualsiasi cosa possa aiutare a tenere un po? staccata la rete dal terreno, in modo che questa verr? poi inglobata perfettamente durante la gettata.
    Si comincia con la gettata grezza. Il segreto per un?ottima riuscita sta nella composizione dell?impasto che dev?essere grasso. Indicativamente, otterrete un buon prodotto con un sacco di cemento da 25 Kg, 30 badilate di ghiaia e 20 badilate di sabbia. Preparate un impasto piuttosto sodo, in modo che quando lo si stender?, non cominci a scivolare verso il fondo. Il fondo dovr? avere uno spessore maggiore, anche 20 cm se il lago ? grande. Per le pareti baster? uno spessore di 5 cm. Una volta steso tutto il calcestruzzo, avete terminato la parte grezza. Ora stendere, sopra a questa, un impasto di sola sabbia e cemento. Consiglio un sacco di cemento da 25 Kg e una carriola di sabbia. Fatene uno strato di circa 2 cm e dopo averlo sistemato bene con la cazzuola, passateci una pennellessa da imbianchino per lisciare bene la superficie.
    Portate a termine il lavoro e, quando il cemento avr? raggiunto la consistenza del pongo, riempite il laghetto d?acqua, fino all?orlo. Questa operazione dev?essere fatta in giornata per cui, se il laghetto ? molto grande, fatevi aiutare da un muratore per finire la stesura velocemente.
    Ricordate che ? basilare riempire subito il laghetto perch? solo in questo modo si eviteranno le micro crepe dovute al ritiro del calcestruzzo che causerebbero perdite. Se invece dovete dilazionare il lavoro in pi? giorni, per evitare perdite, passate su tutta la superficie della malta impermeabilizzante. In commercio ci sono diverse soluzioni pi? o meno costose e pi? o meno valide.
    A lavoro finito, occorrer? fare almeno tre cambi d?acqua, uno ogni settimana, al fine di eliminare tutte le sostanze tossiche che rilascia il cemento nei primi tempi.

    Dopo aver sistemato nello scavo del tessuto non tessuto, oppure degli stracci, o qualsiasi cosa abbiate a disposizione per proteggere il telo, potete procedere con la stesura del telo. Centrate bene il telo sullo scavo, in modo da avere bordo su tutti i lati.

    Proseguite nella lettura: vediamo gli accessori che vi servono!
     
  2. aisha1979

    aisha1979 New Member

    Ecco un altro contributo fotografico per la realizzazione di un laghetto in cemento.

    Dopo aver finito lo scavo, si passa al posizionamento della rete elettrosaldata usata per l'edilizia.
    La rete ? un po' complicata da sistemare sopratutto se lo scavo presenta molte forme irregolari, ma potete tagliarla nei punti in cui risultasse davvero difficile la sua modellazione. Importante ? per? che a lavoro terminato unite con del fil di ferro tutti i vari pezzi di rete che avete usato in modo da formare un'unica struttura, come una vera ? propria gabbia.

    [​IMG]

    Come si vede dalla foto precedente e da quella successiva, la rete va discostata dalla terra per consentire al cemento che andrete a gettare di infilarsi al di sotto di essa e inglobarla totalmente. La rete quindi rimarr? al centro della gettata. Questo va fatto utilizzando dei pezzetti di mattoni oppure delle pietre dello spessore di almeno 2-3 cm.

    [​IMG]

    Nei punti in cui la rete risultasse troppo discostata dal terreno e quindi per avvicinarla un po', potete usare delle graffe fatte con il fil di ferro o dei tondini di ferro.

    [​IMG]

    Ecco una foto del futuro laghetto con tutta la rete sistemata e tutti i vari pezzetti di mattone che tengono la rete sollevata da terra.

    [​IMG]

    Si passa quindi alla gettata in cemento armato. Questa, come dice Cyn, va fatta in un'unica volta. Infatti non ci possono essere congiunzioni tra una gettata e l'altra fatte in giorni diversi. Nei punti di congiunzione, infatti, si faranno inevitabilmente delle micro fessure che faranno perdere acqua. Se il vostro laghetto ? particolarmente grande e non riuscite a fare la gettata tutta in un giorno, dovrete passare, quando il cemento ? bene asciutto, un prodotto impermeabilizzante che troverete in qualsiasi negozio per l'edilizia.

    Queste foto mostrano il laghetto a fine gettata del cemento grezzo, ovvero fatto con ghiaia, cemento, sabbia bianca e acqua (per le proporzione seguite i consigli di Cyn).

    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]

    In questa foto si vedono bene i ferri inseriti nel grezzo che serviranno per creare i futuri vasi per le piante (leggere l'articolo " i vasi delle piante"

    [​IMG]

    Si passa quindi alla lisciatura finale fatta con sabbia rossa, cemento e acqua (seguite sempre le proporzioni di Cyn), da passare con pennello, scopa oppure se siete bravi con cazzuola. Questa lisciatura servir? sia per rendere esteticamente migliore il laghetto ma sopratutto per renderlo impermeabile.

    [​IMG]

    [​IMG]

    Ed infine, si passa al riempimento.

    [​IMG]

    Importante: fate almeno 2 cambi d'acqua (meglio tre) a distanza di una settimana uno dall'altro per lavare bene il laghetto e togliere tutte le sostanze nocive che il cemento avr? rilasciato nell'acqua.

    Le indicazioni sulla realizzazione del laghetto in cemento, sono state fornite da Leopoldini che dopo anni ed anni di prove e duro lavoro, ? riuscito ad ottenere quest'ottimo risultato.
     
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina